Impressum

Avvocato Massimo Palumbo |  p.i. 02200910681 | c.f. PLM MSM 84B18 D086I                                  

cod. dest. fatt. elettronica  KRRH6B9 | massimopalumbo@pec.it

 

 

Indirizzo

PESCARA                               BOLOGNA
Vicoli : C/da Le Pietre 42                 Via Porrettana 20

 

 

 

Contatti

3925501581 | segreteria@massimopalumbo.it | mp@massimopalumbo.it

 

image-201

linkedin
youtube
telegram
whatsapp
phone
+39.3925501581
segreteria@massimopalumbo.it

PRIVACY | COOKIE

COSTITUZIONE DEL PEGNO ROTATIVO SU DOP E IGP

31/08/2020 12:13

MP

COSTITUZIONE DEL PEGNO ROTATIVO SU DOP E IGP

I prodotti agricoli e alimentari a denominazione d'origine protetta o a indicazione geografica protetta, inclusi i prodotti vitivinicoli e le bevande

I prodotti agricoli e alimentari a denominazione d'origine protetta o a indicazione geografica protetta, inclusi i prodotti vitivinicoli e le bevande spiritose, di seguito denominati prodotti DOP e IGP, possono essere sottoposti a pegno, a decorrere dal giorno in cui le unità di prodotto sono collocate nei locali di produzione e/o stagionatura e/o immagazzinamento, a condizione che le stesse unità siano identificate con le modalitaà previste dal presente decreto in tema di registri.

 

I prodotti DOP e IGP costituiti in pegno ai sensi del presente decreto possono essere oggetto di patto di rotatività.

 

Il pegno rotativo si realizza con la sostituzione delle unità  di prodotto sottoposte a pegno, senza necessità di ulteriori stipulazioni, fermo restando il rispetto dei requisiti e le modalità previsti dal presente decreto.

 

Il creditore, alla costituzione del pegno, provvede ad annotare per ogni operazione, su apposito registro, diverso per ogni creditore e conservato a cura del debitore, salvo diversa intesa tra le parti.

 

Contestualmente alle operazioni di costituzione in pegno e prima di procedere all'annotazione sul registro, il creditore pignoratizio individua i prodotti DOP e IGP sottoposti a pegno,

 

I registri sono annualmente vidimati da un notaio, salvo tranne che per i prodotti vitivinicoli e per l'olio di oliva. Per quest'ultimi il debitore può procedere all'annotazione nei registri telematici istituiti nell'ambito del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), delle informazioni di cui all'allegato.

 

Il debitore provvede alla comunicazione al creditore di tale operazione entro il giorno successivo alla registrazione. Il creditore può chiedere ed ottenere in sede contrattuale la visibilità di tali registri.

 

La constatazione dell'estinzione totale o parziale dell'operazione sui prodotti DOP e IGP costituiti in pegno avviene mediante annotazione su registro.

 

Qui il testo del decreto in G.U.

massimopalumboavvocatospecializzatoindirittoalimentarebiologicocopia11-1598865276.jpg

 

PRIVACY
COOKIE

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder